Messaggi d'amore con le luci led | Luminal Park

Intervista a Silvia Tosi: ideatrice degli short love message

L'artista milanese da anni illustra le parole dell'amore creando deliziosi quadretti da appendere al cuore.

Silvia Tosi è un’artista milanese capace di rappresentare l’amore in tutte le sue forme: parole, colori, disegni e anche luci!

 Silvia Tosi 

Da dove nasce l'intuizione di usare le parole come immagini?

Scrivo messaggi per professione e ho inventato un nuovo modo di comunicare - affetto, amore,  ringraziamento - attraverso tele scritte e disegnate da me che utilizzano le parole, dando loro una grande importanza: gli short love message.

Da qui il passo è breve, le parole si trasformano in immagini e in un istante diventano emozione!

Qual è la tua stanza preferita? E quella dove vorresti vedere appesi i tuoi quadri?

La mia stanza preferita è dove il mio cuore sta bene e dove sento la mia mente creativa.
Può essere ovunque, l’importante è che io sia riposata; per questo mi piace stare in camera da letto oppure in cucina, che rappresenta la socialità legata al cibo, il punto di incontro delle famiglie.
Per quanto riguarda i miei quadri li vorrei vedere appesi in un posto dove passando sorridi.

Hai già usato le decorazioni luminose per installazioni? Se sì, vuoi raccontarci in che occasione?

Utilizzo spesso la luce per le mie installazioni artistiche, soprattutto quando esprimo me stessa.
Ho una galleria a Milano che mi rappresenta e che mi dà la possibilità di esprimermi in vari modi.
Ho usato piccoli led dentro teche di plexiglas accompagnati da messaggi, reti luminose su cornici senza vetro.

Nella mia ultima opera, in asta il 4 ottobre al padiglione di arte contemporanea a Milano, mi è stato chiesto di personalizzare un tavolino della Kartell.
Ho creato una lastra di plexiglass, l’ho serigrafata con una mappa concettuale sull’idea di luce e ho inserito un anello led che illumina il tavolo.

Hai mai pensato di usare i LED per scrivere? Se sì, vuoi raccontarci in che occasione?

Mi piacerebbe molto scrivere con i led! Chissà mai che luminalpark mi possa aiutare...