Come Addobbare Casa per Natale | Luminal Park
last minute Approfitta dell'offerta last minute! Sconto del 15% su tutti i prodotti Scopri l'offerta

Come addobbare casa per Natale

Scopri come addobbare casa per Natale e ricreare un’atmosfera calda e suggestiva con le decorazioni Luminal Park e i consigli della blogger Sasha Carnevali.

Avevo il cuore in gola e gli occhi sbarrati, e non respiravo per paura di muovere il petto sotto le coperte. Incredibilmente, mio fratello invece dormiva! Ma come poteva dormire, quando Babbo Natale era nel salotto accanto alla nostra stanza, e si poteva sentirlo chiaramente togliere i regali dal sacco e sistemarli intorno all'albero?!

La luce dorata che dagli addobbi filtrava sotto la porta si oscurava ogni volta che Lui si muoveva per distribuire i pacchi. Non potevo svegliare mio fratello per dirgli: “Ascolta, c’è Babbo Natale!!”. Mi avrebbe sentita anche Lui, e sarebbe scappato subito senza lasciare tutti i regali, magari portandosi via pure quelli che aveva già messo a terra perché c’era una bambina cattiva che non dormiva! Avrei rovinato il Natale di tutti se non fossi stata immobile, senza respirare, con il cuore in gola e gli occhi sbarrati…

Sono passati più di 40 anni, eppure l’emozione provata quella Vigilia è il ricordo più vivido di tutti i Natali della mia vita.

Una magia che riverbera tra quelle stanze della casa di campagna dove ancora oggi mi ritrovo ad appendere luci e addobbi per l'albero di Natale, il camino, le scale e la sala da pranzo  con i miei genitori, i miei zii, i miei fratelli, con i miei figli e il mio primo nipotino, con i nostri cani e i nostri gatti… perché per noi “Natale in famiglia” significa davvero fare tutto insieme…

… e accoglierci a vicenda sul portone con una ghirlanda luminosa che indichi la retta via per entrare!

Ghirlanda natalizia per la porta

Vi avevo già parlato del forte legame che abbiamo con questa casa che è stata comprata dai miei nonni dopo la guerra, incredibilmente a scatola chiusa.

Il proprietario infatti, talmente rattristato dal doverla vendere, si rifiutò di aprirla. Loro cercavano un posto nella campagna toscana dove fare la villeggiatura con i figli, che fosse vicino ad altri amici, e visto il prezzo vantaggioso deglutirono e firmarono il rogito pur avendo visto solo i muri esterni…

Immaginate la sorpresa quando ebbero le chiavi e scoprirono che quel grosso cubo rustico in pietra, senza nemmeno l’intonaco sulla facciata, era in realtà una villa del seicento, con pareti affrescate perfino in cucina!

Ancora oggi questa casa conserva le sue caratteristiche affascinanti ma ostiche: riscaldarla in maniera uniforme è impossibile, per cui si passa dal caldo delle stanze con il camino accesso al gelo umido delle scale, delle dispense e della cantina.

Impossibile anche cablarla senza rovinare gli affreschi, per cui l’illuminazione è limitata a dei vecchi lampadari e qualche applique: perfino leggere diventa un’impresa, e ci si aiuta con qualche lanterna… 

Casette portacandela per decorare il davanzale a Natale

È quando vengono le feste che la casa si anima, perché di una sola presa elettrica sappiamo fare virtù, e con una buona ciabatta a sei uscite riusciamo trasformare il salotto in luogo fuori dal tempo, dove le lucine di Natale, anche in forma di renna di cristalli porpora, creano una nuova mappatura luminosa, ravvivando i dettagli assopiti delle scene bucoliche che ci circondano: da un pastore che riposa sotto un albero al trompe-l'œil di una lesena.

Renne luminose natalizie

Quest’anno tutto il rito di addobbare casa per Natale per me ha un sapore speciale: è la prima volta che il nostro nipotino, che ha appena compiuto un anno, partecipa a questa meravigliosa festa con cognizione di causa. Adora tutto quello che si accende e va a toccare con il ditino ogni decorazione, pensando di attivarla! Gli abbiamo dato una collana di lucine (la batteria si nasconde nella chiusura magnetica) da maneggiare, e l’ha studiata per ore!

Luci natalizie micro led sicure per bambini

L’altro motivo di gioia è che alla nostra famiglia si è recentemente aggiunta la mia dolcissima Shu, che dopo una vita difficile nelle strade di Salerno è impazzita di gioia a correre per i prati con Joy, il cane di mio figlio, e con Lucy, quello di mio padre.

Unica tra tutti noi, bipedi o quadrupedi, Shu ha mostrato di preferire le famigerate gelide scale al resto della casa… ci ha perfino dormito! Saranno stati rami decorativi che ho avvolto intorno ai corrimani?

Decorare la scala a Natale

Perché anche io li trovo bellissimi, tra tutti gli articoli che ho ordinato da Luminal Park sono i miei preferiti: d’estate li avvolgo intorno al gazebo in terrazza, d’inverno sui lunghi legni che affiancano queste antiche scale.

Shu, Joy e Lucy mi hanno fatto compagnia anche mentre raccoglievo l’agrifoglio vicino al “boschetto”, un fitto quadrato di vecchi alberi che ci dà pochi funghi per la cucina ma molte pigne e ghiande per il centrotavola natalizio:

Centrotavola natalizio con candele

Su una vecchia alzata di vetro è di rito mettere un panettone, poi arrangio tutto intorno i rami di agrifoglio fresco insieme a delle candele led di vera cera avorio e rosse, che sistemo anche intorno il grande caminetto della sala da pranzo.

Le ho scelte perché anche al tatto danno la sensazione di essere candele tradizionali, con la differenza che non si consumano (beh… a parte le batterie!) e che non comportano alcun rischio (troppi animali e bambini per avere fiamme libere in giro!).

Le candele per Natale fanno parte di un’iconografia classica a cui ho rinunciato troppo a lungo per motivi di sicurezza, e ora che è possibile avere quelle a LED non mi fermo più! Tutte quelle immagini di inverni idealizzati che ancora adesso troviamo sui biglietti di auguri (soprattutto quelli ottocenteschi dell’editore newyorkese Currier and Ives) si sono impresse nel mio immaginario insieme alla “Piccola casa nella prateria” e al “Canto di Natale” di Dickens… e così raccolgo sempre le cartoline che ci arrivano sul tavolo d’ingresso e le metto in evidenza con una catena di stelline...

decorare i biglietti natalizi

Volendo rispettare il contesto del salone affrescato in cui è collocata, ho creato una tavola natalizia dall’atmosfera barocca: un doppio tulle dorato (il ne plus ultra delle tovaglie natalizie eleganti), una torta con i gigli fiorentini creata proprio per questo salotto dalla cake designer Barbara Cecconi (le ho dato le foto, lei ha fatto il resto) e, appunto, delle candele dorate.

Natale in oro

Queste hanno il telecomando, molto comodo perché controlla anche quelle che ho messo sotto l’albero insieme a delle ghirlande dorate per coprirne la base: un effetto che mi piace molto.

Gli addobbi di Natale dorati stanno sull’albero, illuminato con una elegante catena con 400 microled bianco caldo e una twig ball al posto del puntale...

… e intorno al caminetto, valorizzato da rami luminosi con foglie dorate e luci LED bianco caldo. Hanno qualcosa di augusteo che ben si sposa, secondo me, con i due ritratti scolpiti da mio nonno che poggiano sulla mensola: io sono la testa in bronzo, mia nonna Ebe quella di marmo bianco.

Albero di Natale con addobbi oro e candele

In questa morbida penombra si riesce a leggere una fiaba natalizia ai bambini…

(Notate che non solo i più piccoli apprezzano le collane luminose?)

Ma quella che preferiscono sentire non si trova nei libri: è quella della mamma, che Babbo Natale, una notte di tanti anni fa, l’ha sentito davvero. Proprio in questa stanza.

ghirlanda di Natale luminosa per porta